Oltre ai servizi di assistenza all’anziano, Prometeo organizza occasioni di incontro e condivisione che prendono la forma di attività ricreative e di laboratori dedicati alla formazione e alla trasmissione di saperi utili alla persona anziana che vive a casa da sola.

Tutte le attività si svolgono in un contesto di gruppo, agevolando lo scambio tra i partecipanti e favorendo la creazione di una rete di relazioni personali che aiuti l’anziano ad evitare l’isolamento. L’intento è di ampliare la rete sociale creando nuovi punti di riferimento che la persona avverta come presenti e affidabili. In questo modo, per la persona anziana si concretizza la possibilità di un buon radicamento sul territorio, nel quartiere in particolare.

La danzanovimentoterapia è una tecnica a mediazione corporea il cui obiettivo principale è quello di favorire uno “stato di benessere fisico, psicologico e sociale”, così come viene definito il concetto di “Salute” proposto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’attività è volta a promuove la consapevolezza corporea, la sperimentazione del proprio movimento attraverso tecniche di rilassamento dinamico, esercizi di ginnastica dolce, di giochi espressivi e di danze. Un movimento che nasce dal “sentire” profondo di ogni partecipante che ha l’opportunità di mettere in “gioco” la propria soggettività che viene accolta come risorsa e mai giudicata.
Non è, pertanto, assolutamente necessario saper ballare e non vi sono faticose tecniche o particolari coreografie da apprendere.
Il movimento è inteso, in questo contesto, essenzialmente in termini emotivi e relazionali, senza ambizioni di tipo estetico né obbiettivi prestazionali. 
Il percorso di danzamovimentoterapia si propone di creare una dimensione di benessere, relax, di condivisione e di puro divertimento dove ogni partecipante ha la possibilità di sciogliere le tensioni, di armonizzare il corpo, di rasserenare la mente, di risvegliare le energie, di potenziare le proprie capacità espressive, comunicative e relazionali.

Secondo la definizione dell’APID (Associazione Professionale Italiana Danzamovimentoterapia):
“la danzamovimentoterapia è una disciplina specifica, orientata a promuovere e facilitare l’integrazione fisica, emotiva, cognitiva e relazionale, la maturità affettiva e psicosociale. La sua specificità si riferisce al linguaggio del movimento corporeo e della danza e al processo creativo quali principali modalità di valutazione e di intervento all’interno dei processi interpersonali finalizzati alla positiva evoluzione della persona.”

Il laboratorio è gestito da un professionista danzaterapeuta con comprovata esperienza nel settore.

La danzanovimentoterapia è una tecnica a mediazione corporea il cui obiettivo principale è quello di favorire uno “stato di benessere fisico, psicologico e sociale”, così come viene definito il concetto di “Salute” proposto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’attività è volta a promuove la consapevolezza corporea, la sperimentazione del proprio movimento attraverso tecniche di rilassamento dinamico, esercizi di ginnastica dolce, di giochi espressivi e di danze. Un movimento che nasce dal “sentire” profondo di ogni partecipante che ha l’opportunità di mettere in “gioco” la propria soggettività che viene accolta come risorsa e mai giudicata.
Non è, pertanto, assolutamente necessario saper ballare e non vi sono faticose tecniche o particolari coreografie da apprendere.
Il movimento è inteso, in questo contesto, essenzialmente in termini emotivi e relazionali, senza ambizioni di tipo estetico né obbiettivi prestazionali.
Il percorso di danzamovimentoterapia si propone di creare una dimensione di benessere, relax, di condivisione e di puro divertimento dove ogni partecipante ha la possibilità di sciogliere le tensioni, di armonizzare il corpo, di rasserenare la mente, di risvegliare le energie, di potenziare le proprie capacità espressive, comunicative e relazionali.

Secondo la definizione dell’APID (Associazione Professionale Italiana Danzamovimentoterapia):
“la danzamovimentoterapia è una disciplina specifica, orientata a promuovere e facilitare l’integrazione fisica, emotiva, cognitiva e relazionale, la maturità affettiva e psicosociale. La sua specificità si riferisce al linguaggio del movimento corporeo e della danza e al processo creativo quali principali modalità di valutazione e di intervento all’interno dei processi interpersonali finalizzati alla positiva evoluzione della persona.”

Il laboratorio è gestito da un professionista danzaterapeuta con comprovata esperienza nel settore.

Negli ultimi anni, imparare ad utilizzare lo smartphone per tenersi in contatto con amici e parenti, saper navigare in internet e utilizzare i social network, avere un’alfabetizzazione informatica di base, sono competenze sempre più utili in un mondo che, sempre più spesso, comunica attraverso la tecnologia digitale.

Internauti – nato dalla collaborazione con Stalker Teatro  offre agli over 65 l’opportunità di imparare questo e altro ancora da una squadra di insegnanti altamente preparati: gli studenti delle scuole superiori! Sull’onda del successo della prima fase del progetto che ha coinvolto l’Istituto Tecnico Russell-Moro di Torino,  si è dato il via alla collaborazione con altri due Istituti Scolastici:  Istituto Tecnico Galileo Ferraris di Settimo Torinese, Istituto San Luca di Moncalieri. Oltre che presso la sede di Casa di Quartiere Vallette, i corsi si terranno anche nelle aule del Centro Civico della Circoscrizione 5, in via Stradella 192.

Internauti dimostra che la formula dello scambio intergenerazionale è una risorsa vincente!

Negli ultimi anni, imparare ad utilizzare lo smartphone per tenersi in contatto con amici e parenti, saper navigare in internet e utilizzare i social network, avere un’alfabetizzazione informatica di base, sono competenze sempre più utili in un mondo che, sempre più spesso, comunica attraverso la tecnologia digitale.

Internauti – nato dalla collaborazione con Stalker Teatro – offre agli over 65 l’opportunità di imparare questo e altro ancora da una squadra di insegnanti altamente preparati: gli studenti delle scuole superiori! Sull’onda del successo della prima fase del progetto che ha coinvolto l’Istituto Tecnico Russell-Moro di Torino,  si è dato il via alla collaborazione con altri due Istituti Scolastici:  Istituto Tecnico Galileo Ferraris di Settimo Torinese, Istituto San Luca di Moncalieri. Oltre che presso la sede di Casa di Quartiere Vallette, i corsi si terranno anche nelle aule del Centro Civico della Circoscrizione 5, in via Stradella 192.

Internauti dimostra che la formula dello scambio intergenerazionale è una risorsa vincente!

Prometeo Club organizza occasioni formative in cui si affrontano le problematiche affrontate ogni giorno dalla persona anziana.  Un tema importante è la sicurezza domestica:  gli incidenti domestici che colpiscono le persone over 65 non sono dovuti ad attività particolarmente pericolose, bensì ad attività quotidiane (lavarsi, vestirsi, mangiare) che, proprio perché percepite come sicure e innocue, espongono la persona anziana a rischi per l’incolumità. Si avverte quindi la necessità di offrire all’anziano una formazione che lo renda consapevole dei potenziali pericoli e, soprattutto, fornisca i suggerimenti e le indicazioni necessarie ad evitarli mediante piccoli ma utilissimi accorgimenti da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. La formazione offerta da Prometeo lo fa attraverso un’attività di gruppo dinamica e divertente.

Prometeo Club offre anche un opportunità formativa utile alla persona anziana per evitare truffe e raggiri. Con la collaborazione di Federconsumatori e dei Vigili di Prossimità, il tema viene affrontato fornendo suggerimenti e informazioni utilissime per evitare spiacevoli inconvenienti.

Prometeo Club organizza occasioni formative in cui si affrontano le problematiche affrontate ogni giorno dalla persona anziana.  Un tema importante è la sicurezza domestica:  gli incidenti domestici che colpiscono le persone over 65 non sono dovuti ad attività particolarmente pericolose, bensì ad attività quotidiane (lavarsi, vestirsi, mangiare) che, proprio perché percepite come sicure e innocue, espongono la persona anziana a rischi per l’incolumità. Si avverte quindi la necessità di offrire all’anziano una formazione che lo renda consapevole dei potenziali pericoli e, soprattutto, fornisca i suggerimenti e le indicazioni necessarie ad evitarli mediante piccoli ma utilissimi accorgimenti da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. La formazione offerta da Prometeo lo fa attraverso un’attività di gruppo dinamica e divertente.

Prometeo Club offre anche un opportunità formativa utile alla persona anziana per evitare truffe e raggiri. Con la collaborazione di Federconsumatori e dei Vigili di Prossimità, il tema viene affrontato fornendo suggerimenti e informazioni utilissime per evitare spiacevoli inconvenienti.

Torino, anche per chi ci vive da sempre, è una città che ha tantissime cose da raccontare. I suoi quartieri sono un libro di storia a cielo aperto che non aspetta che d’essere “letto”. Monica, guida esperta di professione, offre agli iscritti di Prometeo Club l’opportunità di riscoprire i luoghi della città con passeggiate istruttive e divertenti, organizzando itinerari nei luoghi di Torino che hanno in serbo racconti più o meno noti, ma sempre interessanti e curiosi. I partecipanti saranno coinvolti in un vero e proprio viaggio che potranno documentare fotografando i luoghi visitati, condividendo saperi ed emozioni con il gruppo.

Torino, anche per chi ci vive da sempre, è una città che ha tantissime cose da raccontare. I suoi quartieri sono un libro di storia a cielo aperto che non aspetta che d’essere “letto”. Monica, guida esperta di professione, offre agli iscritti di Prometeo Club l’opportunità di riscoprire i luoghi della città con passeggiate istruttive e divertenti, organizzando itinerari nei luoghi di Torino che hanno in serbo racconti più o meno noti, ma sempre interessanti e curiosi. I partecipanti saranno coinvolti in un vero e proprio viaggio che potranno documentare fotografando i luoghi visitati, condividendo saperi ed emozioni con il gruppo.

I partecipanti alle attività di “A spasso con Monica” potranno creare un diario fotografico in cui illustrare tutte le cose viste e imparate durante le visite guidate in giro per i quartieri di Torino. Con l’aiuto del computer e dei ragazzi di Internauti, infatti, avranno l’occasione di imparare a creare un album di fotografie e testi. Ciò che produrranno sarà il loro personale “Gran Turin Reportage”, il racconto del loro viaggio alla scoperta delle storie di Torino.

I partecipanti alle attività di “A spasso con Monica” potranno creare un diario fotografico in cui illustrare tutte le cose viste e imparate durante le visite guidate in giro per i quartieri di Torino. Con l’aiuto del computer e dei ragazzi di Internauti, infatti, avranno l’occasione di imparare a creare un album di fotografie e testi. Ciò che produrranno sarà il loro personale “Gran Turin Reportage”, il racconto del loro viaggio alla scoperta delle storie di Torino.